SERVE AIUTO?

06 21.11.79.51

Per un consiglio, consulenza
o anche solo per salutarci!
Saremo lieti di aiutarti.

IT’S TESTED!

IT’S TESTED

Scopri la differenza Play Viaggi

IT’S TESTED è un certificato che garantisce
la reale conoscenza della struttura.
Proviamo personalmente ogni villaggio prima
di pubblicarlo.

Testiamo i nostri villaggi
Evidenziamo pregi e difetti
Forniamo foto e video reali


Ricevi offerte esclusive!


Social

Conosci veramente la Repubblica Dominicana? Informazioni e consigli utili per scegliere il villaggio giusto.

La Repubblica Dominicana, paradiso delle Grandi Antille, occupa la parte orientale dell'isola caraibica di Hispaniola (la parte restante dell'isola corrisponde ad Haiti) ed è bagnata dall'Oceano Atlantico (a nord) e dal Mar dei Caraibi; è, inoltre, separata dal porto Rico dal Canale della Mona.

La Repubblica Dominicana ospita quasi 10 milioni di abitanti (con una densità di 207 ab./km²) e presenta un territorio alquanto montuoso. La Cordillera Central, con il suo Pico Duarte (la principale vetta caraibica: 3087 metri sul livello del mare), domina, infatti, il paesaggio. Il Pico Duarte è tanto imponente da riuscire a bloccare, o comunque a limitare fortemente, le piogge nell'intera parte sud occidentale del Paese (che appare arida e semidesertica al punto da essere contraddistinta da una vegetazione composta perlopiù da cactus).
Tra la Cordillera Central e la Cordillera Septentrional (chiamata anche Sierra de Monte Cristi, s'innalza, in maniera alquanto brusca, da Cabarete), si estende una fertile ed ampia pianura: la valle del Cibao (con ricche coltivazioni di riso, tabacco, banane e caffè).

Nonostante l'estensione della Repubblica Dominicana non sia particolarmente eccessiva (la superficie totale è di 48 730 km²), il Paese ospita un considerevole numero di parchi nazionali, scrigno di una flora e di una fauna variegata. Le specie di piante tropicali sono più di 8.000 (in particolare palme reali, mangrovie, cedri e pini), 1.800 fiori endemici.
La fauna terrestre vede protagonisti rettili, uccelli (cicogne e pellicani in particolar modo) ed una varietà di farfalle incredibile.
La fauna marina (con tartarughe, crostacei e barracuda) e sottomarina sono straordinarie ed incantano gli appassionati di immersioni (soprattutto in inverno, la stagione degli amori). Nelle tiepide acque della baia di Samaná, d fine dicembre a metà marzo, si può assistere al suggestivo spettacolo delle megattere che ivi partoriscono, prima di partire alla volta della Nuova Inghilterra e della Groenlandia.

I più importanti parchi naturali della Repubblica Dominicana sono:

  • Parque Nacional Los Haitises: nella baia di Samaná, incanta con le sue colline lussureggianti
  • Parque Nacional Armándo Bermúdez , nella Cordillera Central, è famoso per ospitare il trogone di Hispaniola, un uccellino che ricorda un falco.
  • Parque Nacional José del Cármen Ramírez: che abbraccia il Pico Duarte
  • Parque Nacional Monte Cristi: nell'estremo nord ovest del Paese ospita una foresta subtropicale decidua
  • Parque Nacional Isla Cabritos: isola posta nella regione sud occidentale, custodisce il lago Enriquillo (caratterizzato da acque salate) ed abitato da iguane e coccodrilli
  • Parque Nacional Jaragua: il più grande di tutte le Antille, oltre ad una zona arida, comprende un'area marina ed alcune isole.
  • Parque Nacional Submarino La Caleta: non lontano da Santo Domingo, è un'importante riserva interamente sottomarina; vanta incredibili banchi di corallo.

Oltre la natura, l'isola detiene un esteso patrimonio socio-culturale
Destinazione turistica caraibica tra le più amate e frequentate, la Repubblica Dominicana, non è semplicemente bellissima dal punto di vista naturalistico, ma offre spiagge da sogno, acque cristalline ed un ricco patrimonio culturale.

Un viaggio alla scoperta di questo paese può partire dalla sua capitale: Santo Domingo, colorata e caotica metropoli affacciata sul Mar dei Caraibi, proprio alla foce del fiume Ozam. Conosciuta universalmente per essere stata la prima colonia spagnola nel Nuovo Mondo, Santo Domingo, è un importante centro turistico balneare ed anche culturale (oltre ad essere stata dichiarata Patrimonio Unesco, ospita la maggior parte dei musei caraibici. In particolar modo, meritano di essere visitati il Museo de las Casas Reales ed il Museo dell'Uomo Dominicano).
Il suo litorale è incantevole: la spiaggia di Boca Chica, protetta dalla barriera corallina, è tra le più frequentate. Da scoprire anche la Spiaggia di Caribe e le Spiagge di Guayacanes e Juan Dolio (rinomate per i loro locali).
Santo Domingo presenta un clima tropicale umido e la sua temperatura media annua va dai 25° C ai 32° C. I mesi più caldi sono quelli che vanno da giugno a settembre e, spesso, sono interessanti da violenti uragani.
La seconda città del Paese è Santiago de los Caballeros (la "Ciudad Corazón"), nel nord del paese; importante polo commerciale della Valle del Cibao è meno nota - e frequentata della capitale. Merita di essere scoperta in febbraio, durante le feste popolari per il carnevale.

La Repubblica Dominicana è famosa per le sue spiagge da cartolina. La romantica, e lussuosa, Punta Cana, nella parte orientale del Paese offre un litorale scenografico ed acque cristalline. La temperatura media annua, qui, si attesta sui 30 ° C, con punte di 35° C tra maggio ad ottobre (che tra l'altro, risultano essere i mesi più piovosi). Perfetta per chi vuole godersi il sole e regalarsi lunghe nuotate, Punta Cana, è frequentata anche dagli amanti del golf, in quanto ospita i migliori campi del Paese.
A circa 130 km da Santo Domingo, troviamo La Romana, famosa oltre che per la fiorente attività turistica anche per la produzione di zucchero. Da scoprire le spiagge di Bayahibe e Dominicus e le spiagge delle vicine isole di Catalina (monumento naturale considerato santuario della flora e fauna dominicana) e dell'isola di Saona (considerata una delle più spettacolari dei Caraibi).

Tutte da scoprire sono anche le spiagge della baia di Samaná, nel nord est del Paese: Las Terrenas e Popy (perfette per praticare immersioni), Playa Bonita, Playa Rincón e la spiaggia di Cosón (nonostante la baia sia al riparo dei venti atlantici, questo tratto di litorale è molto frequentato da appassionati di surf e di body board).
Tra le spiagge più tranquille, e belle, vi è anche quella di Las Galeras (celebre per il suo suggestivo acquario creato dal giapponese Kaio).

Clima della Repubblica Dominicana
La Repubblica Dominicana presenta un clima tropicale di tipo caraibico ed è interessato da una stagione delle piogge. Le piogge più abbondanti, si registrano nella parte settentrionale del Paese tra maggio e novembre; qui, la media delle piogge (che spesso hanno carattere torrenziale) è di 2.540 mm annui. Ricordiamo che, da giugno a settembre, a nord, la stagione delle piogge può trasformarsi nella stagione degli uragani,
Lungo la costa meridionale, invece, difficilmente si superano gli 800 mm di pioggia annua.
Per quanto riguarda le temperature, le medie annuali variano in maniera sensibile relativamente all'altitudine.

Le temperature medie annuali, possono dunque essere così suddivise:

  • tra i 19,5 °C ed i 15° nelle aree con altitudini uguali o superiori a 1000 mt slm fino, comunque, a 1500 mt slm;
  • tra i 15 °C ed i 10 °C dai 1500 mt slm sino ai 2000 mt slm;
  • tra i 10 °C ed i 5 °C dai 2000 mt slm fino ai 2500 mt slm;
  • tra i 5 °C gradi e i 0 °C gradi da 2500 fino ai 3000 mt slm;
  • una media annuale di 26,5 °C al livello del mare;
  • una media annuale di 25,5 °C a 200 mt slm;
  • una media annuale di 24°C a 400 mt slm;
  • una medi annuale di 22,5 °C a 600 mt slm;
  • una media annuale di 21 °C a 800 mt slm.

Va comunque considerato che le temperature massime possono anche raggiungere, nelle valli costiere più protette, i 40 °C, (anche se gli alisei che soffiano da nord est tutto l'anno, rendono le temperature decisamente più gradevoli), mentre non è raro che in montagna, durante la stagione più umida (ma meno calda) si scenda a 5 °C.
Per quanto riguarda la temperatura delle acque essa è, dovunque, perfetta per i bagni in quanto rimane compresa, tutto l'anno, tra i 25 ° C ed il 28 ° C.

Aprile e Dicembre è il miglior periodo
Fermo restando che il periodo migliore per visitare la Repubblica Dominicana va da dicembre ad aprile (quando le temperature sono più gradevoli e le piogge meno frequenti), va considerato che clima e fenomeni atmosferici, possono condizionare la scelta di una destinazione turistica.
Non è raro, dunque, che chi desidera godersi una vacanza sol y mar, preferisca la costa meridionale con il suo clima secco e poco ventoso.
Gli amanti degli sport acquatici (in particolare surf, kitesurf e windsurf) scelgono, invece, la costa settentrionale. Da segnalare, in proposito il villaggio di Cabarete nella provincia di Puerto Plata. Soprannominato il regno del surf, può contare su un vento praticamente perfetto che soffia da est ed oscilla tra i 15-25 nodi.
Gli appassionati di pesca, invece, possono organizzare le loro battute in base alla tavola delle maree (ossia delle variazioni periodiche del livello del mare).
Sempre a proposito di maree (che modellano da sempre quest'angolo di paradiso), chi vuol vivere un'esperienza davvero suggestiva, può scoprire un'incantevole spiaggetta di Playa Portillo, nei pressi di Las Terrenas, nella Provincia di Samaná. Oltre a spiagge di sabbia candida, potrete ammirare un suggestivo gioco creato dall'alternarsi dell'alta e della bassa marea. Quando l'acqua si abbassa, infatti, è possibile raggiungere a piedi la barriera corallina.

La Repubblica Dominicana è una destinazione incantevole ed affascinante. Non per nulla, il suo nome indigeno Taino originario era: "Quisqueya", ossia "madre di tutte le terre".

Seguici su
Facebook Twitter Google+ Instagram LinkedIn YouTube
Pagamenti sicuri e certificati
Visa Master Card Pay Pal Poste Pay Maestro

Play Viaggi Italia - P.I. 12802221007 Operante con licenza Turistica "PLAYERS" R.U. 4355
Sede operativa - via Tiburtina 912 Roma | Sede legale - via Giacomo Laurenzani 46 Roma