SERVE AIUTO?

06 21.11.79.51

Per un consiglio, consulenza
o anche solo per salutarci!
Saremo lieti di aiutarti.

IT’S TESTED!

IT’S TESTED

Scopri la differenza Play Viaggi

IT’S TESTED è un certificato che garantisce
la reale conoscenza della struttura.
Proviamo personalmente ogni villaggio prima
di pubblicarlo.

Testiamo i nostri villaggi
Evidenziamo pregi e difetti
Forniamo foto e video reali


Ricevi offerte esclusive!


Social

Basilicata, tutte le spiagge e luoghi da visitare

CLICCA PER SCARICARE LE ULTIME OFFERTE DISPONIBILI

Inserite il 24/07/2017

offerte

Non avrà il risalto mediatico che regioni limitrofe come Campania e Puglia riescono ad assicurarsi, ma la Basilicata in quanto a spiagge e a luoghi da visitare, non ha nulla da invidiare alle sue "vicine". Grazie alla caratteristica conformazione del suo territorio, la Basilicata può beneficiare di due litorali, quello ionico e quello tirrenico. Ecco una carrellata delle località imperdibili per chi avesse l'opportunità di organizzare una vacanza in Basilicata, con tanto di dati tecnici che serviranno da bussola per scegliere il periodo migliore per visitare tali luoghi.

Matera
Pur non disponendo di un affaccio sul mare, quando si parla di Basilicata, non si può non iniziare dalla splendida Matera. Fresca di elezione a Capitale europea della Cultura nel 2019, la Città dei Sassi, istituiti nel 1993 Patrimonio dell'Umanità, rappresenta l'emblema di un'intera regione, permeata di una storia e di una tradizione alle quali è impossibile rinunciare, ma pronta ad accettare affascinanti sfide all'insegna dell'innovazione. I rioni di Matera, denominati appunto Sassi, rendono il centro storico un fenomeno architettonico al quale è difficile restare indifferenti. Posta a 401 metri sul livello del mare, Matera vede nel mese di gennaio il periodo più freddo dell'anno, con le temperature medie mensili che non superano i 6 C°. Proprio sul finire di Dicembre 2014, la cittadina lucana è stata toccata da una spettacolare quanto insidiosa tormenta di neve, che ha imbiancato i tetti delle case del centro storico, dando vita ad un paesaggio se possibile ancora più pittoresco del normale!

Maratea
Tra le località che rendono meravigliosa la Basilicata spicca la cosiddetta "Perla del Tirreno", Maratea. La città rappresenta una delle mete turistiche più ambite dell'intera regione, nonché l'unico centro della provincia di Potenza ad avere uno sbocco sul mare. I 32 km di costa tirrenica di cui Maratea può disporre sono caratterizzati da un paesaggio che si rinnova e si smentisce di luogo in luogo: alle grotte e agli strapiombi disseminati sul litorale, si sostituiscono infatti le spiagge morbide, alla potenza selvaggia della natura si alterna la calma piatta di un mare che può sembrare a tratti dipinto o artificiale, tanta è l'immobilità che lo contraddistingue. La particolare morfologia di Matera, dona alla località un fascino capace di richiamare migliaia di visitatori ogni anno, desiderosi di esplorare, fra le tante bellezze, almeno una parte delle 131 grotte e delle 44 chiese presenti sul posto. Proprio a causa di una costa frastagliata e priva di una qualsivoglia soluzione di continuità, sono tante e diverse le spiagge che nella stagione estiva vengono invase dai turisti, ecco le principali:

Le spiagge di Maratea sono tantissime: Calavecchia, Cala grande, Cala 'i don Nicola, Spiaggia Luppa, Spiaggia Porticello, sono solo alcune delle rive che nel corso degli anni hanno fatto innamorare milioni di turisti, oltre che per la loro indiscutibile bellezza, anche per una rete di servizi efficace ed organizzata. Il riconoscimento della Bandiera Blu attesta ufficialmente la qualità delle acque e delle spiagge di Maratea, rendendo questa località, soprattutto con il sole del mese di agosto, una delle più ricercate dell'intera Penisola; a queste attrazioni, legate al piacere di una vacanza al mare, si aggiunge l'opportunità di una visita al famoso Cristo redentore, la colossale statua posta sulla vetta del monte San Biagio, che sembra vegliare sulla città.

Cala jannita, la Spiaggia Nera
La cala jannita, la cui traduzione dal dialetto lucano indica l'appartenenza della spiaggia all'isola di Santo Ianni, deve la sua particolare denominazione al colore scuro delle sue rive, caratterizzandosi per la presenza di una rigogliosa vegetazione mediterranea. I turisti sono soliti spingersi sul lato meridionale della cala per visionare la grotta della "Sciabella", un antro investito da un'aura di mistero, grazie ad Isabella, una donna dedita al tradimento, che la leggenda narra incontrasse i propri amanti proprio all'interno della caverna; una volta scoperta dal marito, fu uccisa e fatta precipitare proprio dalla grotta.

Spiaggia Anginarra
Non si può non dedicare uno spazio alla spiaggia Anginarra, 200 metri di costa sabbiosa, caratterizzata oltre che dalla presenza di stabilimenti organizzati per ospitare i numerosi bagnanti, anche dalla vicinanza alle pareti di rocce che contornano questo settore, sulle cui pendici sono state ritrovati resti di animali appartenenti all'era pleistocenica.

Spiaggia Fiumicello
La spiaggia Fiumicello è una delle più celebri della Marina di Maratea; l'accostamento tra l'arenile sabbioso e il promontorio dell'Ogliastro, inserito in un contesto in cui il mare veste i panni di uno specchio d'acqua limpido e cristallino, rendono palesi agli occhi di tutti i motivi che rendono questa località una delle più ricercate della costa tirrenica.

Metaponto
Sul versante ionico della Basilicata, sorge un'altro gioiello: Metaponto. Il paesino della provincia di Matera, conta solo 1028 abitanti secondo l'ultimo censimento, un dato destinato irrimediabilmente a salire con l'avvento della stagione estiva, data la vera e propria migrazione di turisti che da ogni parte del mondo scelgono di raggiungere i bassi fondali marini della rinomata località balneare lucana. Al piacere della soffice sabbia che costituisce il bagnasciuga metapontino, si affianca il fascino che solo la cultura di un centro appartenuto alla Magna Grecia è in grado di esercitare. I tanti reperti ritrovati a Metaponto sono la testimonianza tangibile della civiltà che abitò il suolo metapontino, rendendo la città influente dal punto di vista economico e politico. Gli appassionati di storia non si lasceranno certamente sfuggire una visita al sito archeologico di Metaponto, che tra templi, agorà e altari, rende possibile apprezzare la magnificenza vissuta nei secoli scorsi dalle popolazioni metapontine.

Policoro
Quando si parla di Basilicata, la mente non può non correre immediatamente a Policoro. Situata a 25 metri sul livello del mare, la città lucana, fu fondata a poca distanza dalle rovine di Heraclea, un centro vitale della Magna Grecia, famoso per essere stato territorio dello scontro che vide protagonisti i Romani e Pirro. A Policoro, da giugno a settembre, si recano migliaia di turisti, pronti a fare la felicità delle tante strutture alberghiere del posto, e vogliosi di verificare personalmente la fama delle spiagge policoresi, rinomate in tutta Italia per quelle soffici rive e quelle acque trasparenti, che invogliano le tante tartarughe marine a depositarvi le uova di anno in anno. Sempre a Policoro, così come avviene in molte località lucane, allo splendore della natura si accompagna la portata storica di un luogo: è infatti possibile visitare il Museo archeologico nazionale della Siritide, fornitissimo di reperti dall'alto valore storico custoditi all'interno del sito archeologico di Heraclea.

Scanzano Jonico
Frequentatissima nel periodo estivo è la località di Scanzano Jonico. La spiaggia di Terzo Cavone, situata entro i confini di Scanzano, rende evidente lo spettacolo che soltanto la natura incontaminata può proporre. Proprio la salvaguardia ambientale di Scanzano Jonico è stata al centro di un'intricata vicenda a partire dal 2003, anno in cui un decreto governativo, individuò nel territorio scanzanese il luogo di raccolta delle scorie nucleari di durata medio-alta. Dinanzi a tale decisione, la mobilitazione dei movimenti ambientalisti nazionali e delle istituzioni politiche locali ha scongiurato il rischio che l'elevato rischio sismico e il probabile innalzamento delle maree sommergessero il sito di raccolta, posto sotto il livello del mare, provocando ingenti danni all'intero ecosistema.

Nova Siri
La carrellata di immagini, emozioni e sentimenti, si conclude con Nova Siri, comune in provincia di Matera collocato ad un'altitudine di 655 metri capace di coniugare mare e montagna, occasioni di svago e cultura. Le strutture ricettive presenti a Nova Siri, riescono ad accogliere i tanti turisti che annualmente decidono di fare tappa in una terra che può vantare una storia millenaria. La zona pianeggiante di Nova Siri, di origine alluvionale, essendo per questa ragione molto fertile, ha accentrato la maggior parte degli insediamenti umani e ancora oggi è la zona più popolata della città. Nella Marina di Nova Siri i visitatori potranno trovare non solo un mare da sogno, ma anche un lungomare contornato da un'affascinante pineta. Un'ultima curiosità riguarda il centro storico di Nova Siri: lì sono state infatti girate alcune scene del film di Rocco Papaleo, "Basilicata coast to coast", che ha permesso a milioni di telespettatori di ammirare paesaggi incontaminati e ricchi di storia, che meriterebbero di essere promossi con maggiore convinzione da tutte le istituzioni, così da incentivare il turismo su scala locale e nazionale.

SITO UFFICIALE BASILICATA TURISMO

Seguici su
Facebook Twitter Google+ Instagram LinkedIn YouTube
Pagamenti sicuri e certificati
Visa Master Card Pay Pal Poste Pay Maestro

Play Viaggi Italia - P.I. 12802221007 Operante con licenza Turistica "PLAYERS" R.U. 4355
Sede operativa - via Tiburtina 912 Roma | Sede legale - via Giacomo Laurenzani 46 Roma